Vai al contenuto

La questione Sochi

Tensioni Usa-Russia, polemiche sulla legge contro la "propaganda omosessuale" varata a Mosca, terrorismo e memoria: le incognite politiche che rischiano di riversarsi sui giochi olimpici invernali del 2014. 

Il grande cantiere di Sochi 2014

Sochi, sul Mar Nero, è il luogo dove Putin ha la sua dacia. Sochi è il posto dove il 7 febbraio 2014 inizieranno le Olimpiadi invernali. Rassegna Est ha scritto recentemente due articoli sull'argomento. Il primo, su Europa, riguarda l’opzione boicottaggio, sollevata da un senatore americano (per via del caso Snowden) e dalle comunità omosessuali (complice la legge contro la “propaganda gay”). Il secondo, su Reset, fa luce sulla minaccia del terrorismo in vista dei giochi olimpici e in generale sul conflitto tra il separatismo islamista e il Cremlino nell’area caucasica. Sochi non ne è propriamente parte, dal punto di vista russo. Ma rientra, secondo i militanti islamici, nei confini del cosiddetto “Emirato del Caucaso”.

Lascia un commento