Vai al contenuto

RIUNIONE SOVIETICA?

Per Vladimir il crollo dell‘Unione Sovietica ratificato ufficialmente il 26 dicembre del 1991 è stato la maggiore catastrofe geopolitica del XX secolo. L‘implosione dell‘Urss ha sgretolato quello che era stato prima l’impero zarista e poi l’architettura transnazionale del sistema comunista, scomponendo un mosaico costruito in un paio di secoli. La cosa non è stata certo indolore, se si vanno a guardare i conflitti innescati nei territori delle quindici repubbliche indipendenti nate trent’anni fa. Ad eccezione delle più piccole, le tre repubbliche baltiche – Estonia, Lettonia e Lituania – passate velocemente nell’Unione Europea e nella Nato, in tutte le altre le guerre con migliaia di morti, cominciate proprio nel 1991, o addirittura prima, e ripresentatesi a corrente alternata nel corso di questi tre decenni, dimostrano che la dissoluzione dell’Urss catastrofica lo è stata veramente. Continua su Tag43.it