Vai al contenuto

POLITICA ESTERA, DISASTRO MERKEL

Angela Merkel ha ammesso chiaramente un paio di giorni fa il disastro occidentale in Afghanistan. «Una valutazione sbagliata. Non una valutazione sbagliata tedesca, ma una valutazione sbagliata comune», ha detto la cancelliera sottolineando come «non siamo riusciti a raggiungere quello che ci eravamo preposti». Una conclusione «molto amara» dopo una missione sotto l’egida della Nato durata 20 anni. Con Mario Draghi e gli altri leader europei Merkel deve trovare ora la strategia per affrontare la probabile emergenza profughi. Con il premier italiano è già stata discussa telefonicamente la questione della protezione umanitaria di quanti hanno collaborato con le istituzioni italiane e tedesche e soprattutto delle categorie più vulnerabili, a partire dalle donne che sotto il regime dei talebani sono le prime a rischiare la limitazione dei propri diritti fondamentali. Continua su TAG43.it