Vai al contenuto

Akhmetov e gli altri

Stanno prendendo le distanze da Yanukovich, ma questo non significa che saltino il fosso. La loro vocazione non è stare da una parte o dall'altra, ma impedire le riforme e accrescere il patrimonio. Storia degli oligarchi e del loro peso gigantesco sul sistema economico e politico dell'Ucraina. 

(Scritto per Il Manifesto)

L'oligarca Firtash (dmitryfirtash.com)
L'oligarca Firtash (dmitryfirtash.com)

di Matteo Tacconi

Rinat Akh­me­tov è l’uomo più ricco d’Ucraina. I suoi affari li fa soprat­tutto nel com­parto dei metalli. È uno dei grandi finan­zia­tori del Par­tito delle regioni del pre­si­dente Vik­tor Yanu­ko­vich. Con il capo dello stato con­di­vide non solo la casacca poli­tica, ma anche la città di resi­denza. Entrambi sono di Done­tsk, cen­tro indu­striale nell’est del paese. Nella gior­nata di mar­tedì, quando è ini­ziata la car­ne­fi­cina di Kiev, l’oligarca ha dif­fuso una nota. Que­sto il testo: «Non c’è cir­co­stanza che possa giu­sti­fi­care l’uso della forza […]Serve una solu­zione che per­metta di uscire da que­sta pro­fonda crisi».

Grafico redditi pro capite Ukr Pol Rus 1991-2012
Ucraina, Polonia e Russia:
I redditi pro capite 1991-2012

A stretto giro di posta s’è espresso anche Dmy­tro Fir­tash, allo stesso modo. «Dob­biamo unire le forze e porre fine al bagno di san­gue». Fir­tash non è ricco come Akh­me­tov, ma è anch’egli uno dei grandi magnati vicini a Vik­tor Yanu­ko­vich. I soldi li fa con l’energia e negli ultimi anni ha acqui­sito una cre­scente influenza, sia eco­no­mica che politica.

La parole di Akh­me­tov e Fir­tash sono state inter­pre­tate da diversi osser­va­tori come il segnale che i due sta­reb­bero ini­ziando a togliere terra da sotto i piedi di Yanu­ko­vich. Si dice che altri indu­striali legati al Par­tito delle regioni potreb­bero seguirli. Il che, tenuto conto del peso dei tycoon nell’assetto eco­no­mico, media­tico e poli­tico dell’Ucraina, potrebbe por­tare il campo pre­si­den­ziale all’implosione. Ma que­sta, forse, è una let­tura troppo fret­to­losa.

Continua sul Manifesto

1 pensiero su “Akhmetov e gli altri

  1. Pingback: Crisi ucraina: la partita economica |

Lascia un commento