Vai al contenuto

LE STIME SULLA CRESCITA TEDESCA

I principali istituti di ricerca economica tedeschi hanno visto al ribasso le stime di crescita per l’anno in corso e per quello a venire. Oggi è stato il turno dell’Ifo, il prestigioso istituto di Monaco, che ha ritoccato di mezzo punto le previsioni per il 2021, passando dal 4,2% stimato a gennaio al 3,7% attuale. “La crisi determinata dalla pandemia si protrae nel tempo e così spinge in avanti la robusta ripresa che si attendeva”, ha spiegato Timo Wollmershäuser, responsabile per i dati congiunturali dell’Ifo. Continua su Startmag.it