Vai al contenuto

La via delle Indie

La Germania cerca di recuperare a Delhi lo splendore perduto dalla sua industria. Accordi stipulati e corsie preferenziali per imprenditori.

Le imprese tedesche godranno di una speciale corsia preferenziale per gli investimenti in India. È uno dei punti principali dell'accordo sottoscritto lunedì 5 ottobre dal governo tedesco, sbarcato a Nuova Deli con una nutrita delegazione (4 ministri e numerosi imprenditori) guidata dalla cancelliera Angela Merkel, nel corso delle consultazioni con l'esecutivo indiano, giunte al loro terzo appuntamento. Agli imprenditori tedeschi sarà anche consentito di avere a che fare con un solo sportello burocratico per le loro esigenze: potrebbe essere una svolta, dal momento che la complessità dei livelli e delle competenze burocratiche fra regioni e autorità centrale è uno degli ostacoli maggiori allo sviluppo degli investimenti esteri in India.

Nella conferenza stampa dei due capi di governo, il premier indiano Narendra Modi ha sottolineato come la Germania sia il partner naturale attraverso il quale completare le trasformazioni e modernizzazioni economiche di cui l'India ha bisogno. Molti sono i campi di collaborazione fra i due paesi, ha detto ancora il premier indiano, che scoprono complementarità interessanti: la capacità ingegneristica tedesca e quella nel settore tecnologico delle imprese indiane possono dare vita a una nuova generazione di industrie più efficienti, più economiche e più ecologiche.

Uno dei settori di maggiore interesse è quello delle energie rinnovabili. La Germania si è impegnata a finanziare con 1 miliardo di euro il progetto di un corridoio energetico indiano e con 1 altro miliardo diversi progetti legati all'energia solare.

 

Lascia un commento