Vai al contenuto

IL TRUCCO DI PUTIN

Nella democrazia sovrana di Vladimir Putin c’è spazio anche per volti e partiti nuovi. Basta che siano ovviamente fedeli e funzionali all’apparato. Erano ormai quasi 20 anni che alla Duma non entravano altre formazioni oltre alle solite: il partito del potere Russia Unita, i comunisti di Gennady Zyuganov, i nazionalisti di Vladimir Zhirinovsky e i socialdemocratici di Sergei Mironov. Questa volta a far loro compagnia è giunta Nuova gente, invenzione degli spin doctor del Cremlino che hanno reclutato l’oligarca Alexey Nechayev e lo hanno pilotato oltre la soglia del 5 per cento, aprendogli le porte del parlamento russo. Continua su Tag43.it