Vai al contenuto

I “bamboccioni”

Il paese centro-europeo è quello, in seno all’Ue, con il più alto numero di giovani che vivono ancora a casa con i genitori. Segue la Bulgaria. 

Grafico giovani europei che vivono con i genitori
(da whiteboardmag.com)

Secondo i dati dell'Eurostat, relativi al 2011, il paese europeo che registra la più alta percentuale di giovani che vivono in casa dei genitori è la Slovacchia, con il 56,5%. L'età del campione di popolazione indicato da Eurostat è compresa tra i 25 e i 34 anni.

A parte la Slovacchia, che vanta il primato in questa apposita graduatoria, anche negli altri paesi dell'Est ci sono percentuali significative. In Bulgaria il 55,7% dei giovani risiede ancora nell'abitazione paterna. Cifra, questa, superiore a quella dell'Italia (44,7%). La stessa, se si escludono i decimali, di Polonia (44,4%) e Slovenia (44,1%). Romania e Ungheria (42,2 e 42%) si collocano appena al di sotto.

Il dato migliore è quello della Repubblica ceca (33,3%). Mentre i paesi baltici non sono presi in considerazione. Così come quelli balcanici. La Grecia, invece, ha una percentuale quasi "slovacca" (50,7%), sulla quale - c'è motivo di credere - ha sicuramente inciso la crisi.

Lascia un commento