Vai al contenuto

Oltre dieci punti in meno a testa per i partiti della Grosse Koalition nelle elezioni regionali dell’Assia, Cdu e Spd. Venti punti in due, lasciati sul terreno di uno dei Land meglio governati del Paese, con l’economia che vola e la disoccupazione ferma al di sotto della già invidiabile media nazionale. Eppure il vento velenoso di Berlino ha soffiato fin nel cuore dell’Assia. Analisi e flussi elettorali nell'approfondimento su Start Magazine.

Per il mondo economico e finanziario tedesco il voto bavarese offre solo conferme: la cornice politica entro la quale gli operatori devono muoversi non è più stabile come un tempo ed è probabile che la minore coesione del governo rallenti o stemperi investimenti e riforme ritenute necessarie. Analisi completa su Start Magazine.

L'erosione dei cosiddetti partiti tradizionali di massa è sempre più evidente. Le ragioni delle perdite di Csu e Spd sono diverse, ma il risultato è il medesimo. La Baviera segue sostanzialmente la tendenza a livello nazionale. Se per i conservatori il margine è però ancora ampio e rimangono di gran lunga il primo partito a Monaco, i socialdemocratici sono vicini all'abisso. E sarà difficile uscirne

La Baviera rimane una regione conservatrice. Csu, Freie Wähler, Liberali e AfD mettono insieme il 65% dei voti. Un elettore su tre è rimasto a casa. I Verdi non sono più un partito di sinistra, nemmeno la Spd.

...continua a leggere "5 LEZIONI DALLA BAVIERA"