Vai al contenuto

1

Un quarto di secolo fa i popoli est-europei abbatterono muri e cortine. Ora li rimettono in piedi per frenare l'arrivo dei profughi.

Il confine polacco fra Slubice e Francoforte sull'Oder (Archivio Rassegna Est)
Il confine polacco fra Slubice e Francoforte sull'Oder (Archivio Rassegna Est)

...continua a leggere "La nuova cortina di ferro"

Europa centro-orientale più virtuosa di noi. Il Baltico come modello di trasparenza: la Scandinavia trascina Estonia e Polonia.

La piazza centrale di Tallin sotto la neve (Archivio Rassegna Est)
La piazza centrale di Tallin sotto la neve (Archivio Rassegna Est)

...continua a leggere "Corruzione: l’Est migliora, l’Italia no"

Storica mancanza di una cultura della sicurezza e privatizzazioni dettate più dalle logiche low cost che dall'efficienza: due tra le cause della tragedia di Soma. Non l'unica, nell'industria estrattiva turca. Nel 1997-2012 sono morte 2333 persone. 

(Scritto per Il Manifesto)

Miniera a Karadeniz Eregli (Canonim, da Flickr)

...continua a leggere "Turchia: morire in miniera"

Nell'outlook del Fondo monetario internazione sul 2014, appena diffuso, si sottolinea che l'Europa emergente continuerà a crescere anche quest'anno, pur se in tono minore rispetto al 2013. Russia e Turchia gli scenari più complessi. 

I cantieri navali di Danzica (Archivio Rassegna Est)
I cantieri navali di Danzica (Archivio Rassegna Est)

...continua a leggere "Ripresa e incognite"

1

Turchia al voto per le amministrative. Il primo test elettorale da Gezi Park. Con il pasticcio della corruzione, la guerra ai social e il rallentamento dell'economia che danno qualche grattacapo al primo ministro. 

(Scritto per Il Manifesto)

Istanbul, mercato del pesce a Karakoy (Archivio Rassegna Est)
Istanbul, mercato del pesce a Karakoy (Archivio Rassegna Est)

...continua a leggere "Erdogan, le urne e il Pil"