Vai al contenuto

Il 24 agosto scorso si é ricordato il 19esimo anniversario dell'indipendenza dell'Ucraina da Mosca. Allora, nel 1991 - nel referendum che si tenne a dicembre per confermare la decisone presa dalla Rada in estate- oltre il 90% degli ucraini votò per la separazione dalla Russia. Se si rivotasse oggi, dicono i sondaggi, solo il 59% degli ucraini sarebbe a favore dell'indipendenza. Qualcosa nei rapporti tra i due Paesi sta cambiando. ...continua a leggere "ALLA RICERCA DI UN EQUILIBRIO"

Lenin. Lenin (in russo: Ленин), pseudonimo di Vladimir Ilič Ul'janov, anche traslitterato come Vladimir Ilyich Ulyanov o Vladimir Ilich Uljanov (in: Владимир Ильич Ульянов) (Simbirsk, 22 aprile 1870 – Gorki Leninskie, 21 gennaio 1924) è stato un politico e rivoluzionario russo. Fu capo del partito bolscevico e presidente del Consiglio dei Commissari del Popolo della Russia sovietica e poi dell'URSS. Dice Wikipedia. In Ucraina, salvo che nelle regioni dell'ovest, non c'é piazza o via che non porti ancora oggi il suo nome. Da Kiev alla Crimea, da Donetsk a Kharkiv. ...continua a leggere "LENIN PARADE (UKRAINE)"

Siamo stati a Chernobyl  e a Pripyat , figurarsi se potevamo farci scappare la vecchia base di Balaclava con il bunker atomico per gli U-Boot. Roba da Guerra Fredda con un fascino tutto particolare. Fino al 1991 qui non si poteva arrivare, era una città chiusa. Proibita. Verboten. Oggi Balaclava, piccolo villaggio di pescatori a una quindicina di km da Sebastopoli, in Crimea, è diventata una località di villeggiatura come ogni altra, se non fosse per quella apertura nella roccia che nella piccola baia porta ancora al bunker atomico, base per sommergibili e deposito di testate nucleari, uno dei progetti più segreti dell'Urss. ...continua a leggere "NEL BUNKER ATOMICO DI BALACLAVA"

Continua il processo di riavvicinamento tra Ucraina e Russia, iniziato a febbraio con il cambio di guida a Kiev tra l’ex presidente Victor Yushchenko e Victor Yanukovich. I legami si sono fatti sensibilmente più intensi sull’onda miglioramento del clima politico e degli accordi economici, quelli sul gas prima di tutto. Ma non solo. L’ennesimo incontro al vertice con questa volta protagonisti il presidente Victor Yanukovich e il primo ministro Vladimir Putin è la dimostrazione che la strategia intrapresa da Cremlino e Bankova può riservare ancora molte sorprese. ...continua a leggere "LA SANTA ALLEANZA TRA KIEV E MOSCA"

C'é un piccolo villaggio a una ventina di km da Kerch, estrema punta orientale della Crimea, al confine ucraino con la Russia, sul Mar d'Azov: si chiama Kurortnoe e in realtá sono quattro case, due strade, un paio di baracche abusive sulla spiaggia, qualche gatto. Ci si arriva con la solita marshrutka un po' scassata, senza aria condizionata, piena sino all'inverosimile, sudando un po'. Troppo. Il fine settimana dai dintorni arrivano qui gruppi di giovanotti, famiglie, vecchiette e ragazzine a immergersi nel laghetto dai poteri magici: il fango miracoloso ridona bellezza al fisico e all'anima. Pare funzioni.  ...continua a leggere "CRIMEA, VOGLIA DI FANGO"