Vai al contenuto

L’ECONOMIA TEDESCA RIPARTE

Il governo tedesco appare più ottimista sulla capacità dell’economia di riprendersi dopo le settimane di lockdown dovute alla prima ondata del covid. Le nuove stime per il 2020 presentate ieri dal ministro Peter Altmaier, contengono la diminuzione del Pil al 5,8%, mezzo punto in meno rispetto al -6,3 previsto qualche mese fa. Si tratta sempre di un calo consistente, che supererebbe seppur di un decimale appena quello storico del 2009, anno della crisi finanziaria globale, quando il Pil retrocesse del 5,7%. Ma è il segnale che la ripresa, dopo il periodo del blocco quasi totale, è più veloce del previsto e dunque la recessione sarà meno profonda di quanto si temeva. Continua su Startmag