Vai al contenuto

GERMANIA E CORONA, COMANDANO I LÄNDER

Questa volta sono i Länder a dettare le tappe delle riaperture, il sempre più veloce passaggio dal lockdown soft alla vita in convivenza con il coronavirus, mentre la cancelliera è riuscita a far passare l’introduzione di un cosiddetto “tetto di contagi”, un limite oltre il quale le regioni stesse dovranno reintrodurre misure restrittive, ma sempre a livello locale. Questo avverrà nei luoghi ove dovessero registrarsi più di 50 nuovi contagi per 100.000 abitanti nell’arco di una settimana. I Länder dovranno introdurre conseguenti lockdown in caso di focolai distribuiti regionalmente e quando non sia più possibile ricostruire la catena delle infezioni. Il “tetto” rispecchia la capacità di tenuta delle strutture ospedaliere. Il timore di una seconda ondata di contagi è alto. Il direttore dell’istituto Koch lo ha ribadito in maniera esplicita ieri, tra un dato positivo e l’altro sull’andamento delle infezioni in Germania, in particolare dopo le prime aperture delle settimane scorse. Continua su Startmag