Vai al contenuto

20 ANNI DI PUTIN

Il 26 marzo del 2000 Vladimir Vladimirovich Putin (VVP) entrava per la prima volta nelle stanze del Cremlino, eletto al primo turno delle presidenziali con quasi il 53 per cento dei voti. Un risultato scontato, dopo che la sera del 31 dicembre precedente Boris Yeltsin aveva annunciato in diretta televisiva le proprie dimissioni lasciando di fatto il posto all’allora primo ministro. Una successione gestita dall’alto, approvata ovviamente non solo dal vecchio capo di Stato, ma soprattutto dall’entourage degli oligarchi, i veri poteri forti, che alle spalle del vecchio e malandato Corvo Bianco tiravano le fila della Russia postsovietica. Continua su Eastwest (Paywall)