Vai al contenuto

MERZ, IL PIÙ AMATO DAL CAPITALE

La candidatura del vecchio arci-rivale di Angela Merkel, Friedrich Merz, ha sbaragliato le carte della corsa alla successione. Un uomo a cavallo fra politica e lobbing, gli inizi del Duemila considerato il vero erede di Helmut Kohl, poi sconfitto e umiliato dalla Merkel. Oggi sogna la rivincita, elettrizzando media e mondo economico. Ma ha sulle spalle una zavorra di relazioni, conflitti di interessi, commistioni con ambienti finanziari che possono scalfire la sua immagine di vecchio-nuovo outsider. Il ritratto su Start Magazine.