Vai al contenuto

Arrestato Darko Saric, capo dei narcos balcanici

Il signore della droga montenegrino era latitante dal 2009. Ha creato un cartello della coca che ha macinato affari in mezza Europa. Inondando anche Milano con tonnellate di blanca.

(Scritto per Huffington Post)

(cocaine.org)

di Matteo Tacconi

A Belgrado, ma forse in tutto l’arco balcanico, è la notizia del giorno. Se non altro perché il suo zampino è stato citato, in questi anni, in qualsiasi trama. Più o meno oscura. Dal traffico di droga al riciclaggio, dagli investimenti alle privatizzazioni, alle quote in banche. Nel 2010, quando ci furono i disordini a Marassi, durante Italia-Serbia, s’arrivò a dire che era stato lui a chiedere agli ultrà serbi di mettere su tutto quel baccano.

In ogni caso, da adesso in poi di Darko Saric – di costui parliamo – se ne parlerà in modo diverso e più concreto. Stretta cronaca giudiziaria e processuale. Il fatto è che oggi Saric, sospettato di essere il più grosso narcotrafficante dell’ex Jugoslavia e uno tra i signori della droga più influenti al mondo, è stato arrestato. Le manette le hanno fatte tintinnare le polizie serba e montenegrina, con un’operazione congiunta, riporta la stampa di Belgrado, senza però precisare dove Saric sia stato catturato.

Continua su Huffington Post

Lascia un commento