Vai al contenuto

FOTOREPORTAGE/5. LA SFIDA BALTICA DI STRALSUND

Restiamo al nord, per la quinta puntata del fotoreportage sull'ex Germania Est, venti anni dopo la riunificazione tedesca. E proseguiamo verso oriente, lungo la costa del Mar Baltico. Si arriva a Stralsund, altra tappa anseatica del filo rosso che ricollega questa striscia di sabbia del Meclemburgo alle tradizioni commerciali del tardo Medioevo. Si arriva di sera, sferzati dal vento gelido che giunge dalla Scandinavia, con le luci dei lampioni che costruiscono un'atmosfera fascinosa e spettrale. Una città alla ricerca della sua identità. Il simbolo è l'Ozeaneum, il museo-acquario che al momento del reportage (febbraio 2008) era ancora in costruzione e che dal luglio di quello stesso anno rappresenta la scommessa di Stralsund con la propria eterna risorsa: il mare.

Neuer Markt, il Municipio anseatico del Tredicesimo secolo
C'era una volta la Ddr
L'Ozeaneum in fase di costruzione. Inaugurato nel luglio 2008, ha fino a ora contato 2milioni di visitatori
Antichi magazzini nella zona portuale
Architetture gotico-anseatiche restaurate
Lo stendino c'è, mancano i panni e il sole
Il mare come tradizione e futuro
Le restaurazioni riportano gli antichi colori
Ostalgie
Atmosfere baltiche
Voyage au bout de la nuit