Vai al contenuto

FOTOREPORTAGE/4. WISMAR L’ANSEATICA

Si torna al nord, sul mar Baltico, con la nostra galleria fotografica sulla Germania dell'Est a vent'anni dalla riunificazione. Tappa a Wismar, antica città anseatica a pochi chilometri da quello che fu il confine fra le due Germanie. Vecchie atmosfere svedesi per questo centro che fu a lungo dominato dagli scandinavi, strade acciottolate, edifici imponenti di mattone rosso, l'Alte Hafen, il vecchio porto che fece da scenario al Nosferatu di Murnau nel 1922 e oggi è pieno di barche che vendono panini imbottiti di pesce. Una città cartolina, uscita dal torpore della Ddr e oggi alla ricerca di una nuova dimensione.

Vecchio edificio in una landa deserta.
Atmosfere nordiche nella piazza più grande della Germania settentrionale, il Markt.
Edifici storici lungo il canale.
Il fronte battesimale della Sankt-Marien-Kirche ospitato nella Sankt-Nikolai-Kirche, l'unica delle tre chiese in mattoni rosse sopravvissuta ai bombardamenti della seconda guerra mondiale.
Una specialità dei mari del nord: panini imbottiti di pesce nei chioschi ospitati sulle barche.
Aufbau Ost.
Vite solitarie.
Uno scorcio del porto interno.
Antichi magazzini deposito dell'epoca della Lega Anseatica.